HomeComunicazione9 Suggerimenti di come lavorare con Colleghi di diverse generazioni

9 Suggerimenti di come lavorare con Colleghi di diverse generazioni

lavorare con Colleghi

9 Suggerimenti di come lavorare con Colleghi di diverse generazioni

Un ambiente di lavoro sano richiede una comunicazione non-stop, ma quando il tuo ufficio comprende diverse generazioni di lavoratori la situazione può essere più complessa. Pertanto può risultare difficile lavorare con colleghi ma niente paura continuate a leggere per scoprire come risolvere conflitti generazionali.

Una forza lavoro multi-generazionale non è un fenomeno nuovo, ma l’enorme cambiamento che ha avuto luogo negli ultimi 20 anni nelle regole del business e il modo in cui comunichiamo ha creato alcune dinamiche intergenerazionali uniche.

Mentre professionisti esperti sono costretti a diventare esperti di tecnologia, molti dipendenti più giovani sono tenuti a rispettare le gerarchie consolidate, se vogliono andare avanti.

L’attrito può essere inevitabile, ma si può contribuire ad alleviare la tensione considerando come le generazioni possono avere un impatto positivo per la prospettiva e l’approccio.

Qui ci sono 9 suggerimenti su come andare d’accordo con varie generazioni sul posto di lavoro.

Baby Boomers

Il Baby Boomers, è nato tra il 1946 e il 1964, è cresciuto in un tempo generalmente ottimista quando le comunicazioni venivano spedite per posta, le imprese avevano un ruolo faccia a faccia, e il telefono è stato il modo più veloce per comunicare. Se si lavora a fianco con un baby boomers, mantenere questi tre punti in mente.

Per lavorare con colleghi Onorare la loro esperienza

Quando si presentano informazioni o si fanno richieste ad un baby boom, considerare il loro titolo, l’esperienza e il mandato con l’azienda in considerazione. Mostrare rispetto, proprio come hanno fatto con i loro superiori. Questo significa riconoscere la loro competenza e dare loro la possibilità di assorbire le informazioni e vocalizzare i loro pensieri.

Essere preparato per lavorare con colleghi

I Boomers hanno trascorso gran parte della loro carriera trascorrendo lunghe ore di lavoro senza la distrazione dei social media e della messaggistica istantanea. I Boomers si aspettano di investire tempo e di concentrarsi per ottenere le cose a posto prima di inviare i documenti, partecipare a riunioni o presentazioni. E vogliono che tu sia ben preparato a rispondere alle loro domande in modo preciso.

Rispetto dei confini

Per i baby boomer, c’è stata una catena di comando; raramente potrebbero andare direttamente ad un vice presidente con una nuova idea di prodotto. Quindi, se avete un Boomer per collega, collaborare liberamente, tuttavia il Boomer, potrebbero preferire di non lavorare fianco a fianco con voi sul metodo di lavoro applicato. E se sembra che non siano troppo ansiosi di vedere una partita di baseball con te dopo il lavoro, non farne una questione personale; poiché per loro il rapporto con i colleghi finisce con l’orario lavorativo.

Generazione X

Sono i nati tra la metà degli anni sessanta e del 1979, hanno raggiunto la maggiore età, quando erano scoppiati i primi scandali societari, i governi si scontravano, ed i loro genitori trascorrevano lunghe ore a lavoro, lasciandoli in balia di sé stessi. Se si lavora accanto ad un collega della generazione X mantenere questi tre punti in mente.

Essere efficiente

Quelli della generazione X sono grandi comunicatori via e-mail, ma detestano la comunicazione da sms. Vogliono efficienza e precisione.

Rispettano la loro indipendenza

Essi sono noti per il concetto che “se lo vuoi fatto bene, fai da te” mentalità, in modo da dare loro ruoli in cui hanno autonomia e progetti che possono lavorare in modo indipendente. Non forzare il lavoro di squadra o essere offeso dalla loro tendenza a voler lavorare da solo; si otterrà il loro lavoro migliore quando si dà loro spazio.

Generazione Y

Quelli della generazione Y, sono nati tra il 1980 e il 1995, sono spesso indicati come “nativi digitali”, essendo cresciuti con connettività Internet, dispositivi digitali, e oltre 250 canali TV via satellite. Sono stati sollevati a valorizzare il lavoro di squadra e tendono ad avere un forte senso di autostima. Se si lavora accanto ad un collega della generazione Y, mantenere questi tre punti in mente.

Grande Immagine

I colleghi della generazione Y hanno una mentalità trasparente in cui le risposte non sono mai più di pochi click e nulla è tenuto segreto per molto tempo. Il modo in cui si comunica con uno della generazione Y non è importante quanto il modo di comunicare è aperto. Vogliono sapere come potrebbe influenzare il loro sviluppo di carriera, e come si inserisce con il quadro generale degli obiettivi della tua organizzazione.

Invia suggerimenti frequenti

Fornire il proprio parere continuamente. Far loro sapere con chiarezza quello che stanno facendo bene, che cosa hanno bisogno di migliorare, e come farlo. Non abbiate paura di offrire consulenza e adeguati livelli di coaching, ma mantenere il rapporto intatto, offrendo un feedback specifico per il compito a portata di mano; dirigere la critica per il loro lavoro, non personalmente.

Essere inclusivo per lavorare con colleghi

Cresciuto con il motto “Non c’è alcun ‘io’ nella squadra” la generazione Y è stata formata per essere collaborativa e coinvolta. Così, coinvolgerli! Invita i tuoi colleghi Y a sedersi al tavolo, ascoltare sia la buona che la cattiva notizia. Non preoccuparti per il loro livello presso l’azienda o il tuo. Il processo di condivisione di idee è emozionante per i professionisti più giovani, che sono desiderosi di imparare e di essere parte di una squadra vincente.

Potrebbe interessare Imparare Velocemente, Le Caratteristiche che Bisogna Avere.

Vota Questo Articolo
Autore

info@docitalia.it

Nessun commento

Lascia un commento

© Copyright © 2016 Tutti i Diritti Riservati Powered by Docitalia P.iva 03642110047 INFORMATIVA SULLA PRIVACY